Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia consapevole. Se desideri saperen di più clicca QUI

Ti trovi qui:lezioni gruppi»Sogna Ancora
A+ A A-

Sogna Ancora

In questa lezione, voi imparerete che il vostro sogno è il vostro destino, lo scopo dentro il vostro cuore che vi motiva a vivere per il Signore come non avete mai fatto prima. Questa lezione vi aiuterà a non perdere il vostro sogno, a non essere distratti o ad annullare il vostro sogno, anche se si riceve resistenza e opposizione.

L'EREDITA' CHE VI E' STATA DATA.

"Lo Spirito stesso rende testimonianza al nostro spirito che noi siamo figli di Dio. E se siamo figli, siamo anche eredi, eredi di Dio e coeredi di Cristo, se pure soffriamo con lui per essere anche con lui glorificati." Romani 8:16-17

Tu sei un figlio di Dio così questo ti qualifica ad essere un erede. Dio ci ha concesso Se Stesso, il che è la nostra eredità. Tu sei un erede della vita di Dio, e nella Sua vita c'è ogni cosa di cui tu hai di bisogno: pace, gioia, conforto, guarigione e provvigione.

COME RICEVERE LA VOSTRA EREDITA' – GALATI 3:5:29

"Colui dunque che vi dispensa lo Spirito e opera tra voi potenti operazioni, lo fa mediante le opere della legge o mediante la predicazione della fede? Così Abrahamo «credette a Dio, e ciò gli fu messo in conto di giustizia»; sappiate pure che coloro che sono dalla fede sono figli di Abrahamo. E la Scrittura, prevedendo che Dio avrebbe giustificato le nazioni mediante la fede, diede prima ad Abrahamo una buona notizia: «Tutte le nazioni saranno benedette in te». Perciò coloro che si fondano sulla fede sono benedetti col fedele Abrahamo. Ora tutti coloro che si fondano sulle opere della legge sono sotto la maledizione, perché sta scritto: «Maledetto chiunque non persevera in tutte le cose scritte nel libro della legge per praticarle». Poiché è manifesto che nessuno è giustificato mediante la legge davanti a Dio, perché: «Il giusto vivrà per la fede». Ora la legge non proviene dalla fede, ma «l'uomo che farà queste cose vivrà per mezzo di esse». Cristo ci ha riscattati dalla maledizione della legge, essendo diventato maledizione per noi (poiché sta scritto: «Maledetto chiunque è appeso al legno»), affinché la benedizione di Abrahamo pervenisse ai gentili in Cristo Gesù, perché noi ricevessimo la promessa dello Spirito mediante la fede. Fratelli, io parlo alla maniera degli uomini: se un patto è ratificato, benché sia patto d'uomo, nessuno l'annulla o vi aggiunge qualche cosa. Ora le promesse furono fatte ad Abrahamo e alla sua discendenza. La Scrittura non dice: «E alle discendenze» come se si trattasse di molte, ma come di una sola: «E alla tua discendenza», cioè Cristo. Or io dico questo: la legge, venuta dopo quattrocentotrent'anni, non annulla il patto ratificato prima da Dio in Cristo, in modo da annullare la promessa. Infatti, se l'eredità derivasse dalla legge, non verrebbe più dalla promessa. Or Dio la donò ad Abrahamo mediante la promessa. Perché dunque fu data la legge? Essa fu aggiunta a causa delle trasgressioni, finché fosse venuta la discendenza a cui era stata fatta la promessa; essa fu promulgata dagli angeli per mano di un mediatore. Or il mediatore non è mediatore di una sola parte, ma Dio è uno. La legge è dunque contraria alle promesse di Dio? Così non sia; perché se fosse stata data una legge capace di dare la vita, allora veramente la giustizia sarebbe venuta dalla legge. Ma la Scrittura ha rinchiuso ogni cosa sotto il peccato, affinché fosse data ai credenti la promessa mediante la fede di Gesù Cristo. Ora, prima che venisse la fede noi eravamo custoditi sotto la legge, come rinchiusi, in attesa della fede che doveva essere rivelata. Così la legge è stata nostro precettore per portarci a Cristo, affinché fossimo giustificati per mezzo della fede. Ma, venuta la fede, non siamo più sotto un precettore, perché voi tutti siete figli di Dio per mezzo della fede in Cristo Gesù. Poiché voi tutti che siete stati battezzati in Cristo, vi siete rivestiti di Cristo. Non c'è né Giudeo né Greco, non c'è né schiavo né libero, non c'è né maschio né femmina, perché tutti siete uno in Cristo Gesù. Ora, se siete di Cristo, siete dunque progenie d'Abrahamo ed eredi secondo la promessa." Galati 3:5-29

Galati 3:5 – Voi ricevete per fede – udendo, credendo, parlando e agendo sulla Parola di Dio.

Galati 3:6-29 – Voi diventate un figlio spirituale di Abrahamo attraverso la fede in Cristo e ricevete le benedizioni di Abrahamo. L'eredità non viene attraverso la legge, essa viene attraverso la promessa ad Abrahamo.

Deuteronomio 28:1-14 – La benedizione di Abrahamo.

"«Ora, se tu ubbidisci diligentemente alla voce dell'Eterno, il tuo DIO, avendo cura di mettere in pratica tutti i suoi comandamenti che oggi ti prescrivo, avverrà che l'Eterno, il tuo DIO, ti innalzerà sopra tutte le nazioni della terra; tutte queste benedizioni verranno su di te e ti raggiungeranno, se ascolterai la voce dell'Eterno, il tuo DIO: Sarai benedetto nelle città e sarai benedetto nella campagna. Benedetto sarà il frutto del tuo grembo, il frutto del tuo suolo e il frutto del tuo bestiame, i parti delle tue vacche e il frutto delle tue pecore. Benedetti saranno il tuo paniere e la tua madia. Sarai benedetto quando entri e benedetto quando esci. L'Eterno farà sì che i tuoi nemici, che si levano contro di te, siano sconfitti davanti a te; usciranno contro di te per una via, ma fuggiranno davanti a te per sette vie. L'Eterno ordinerà alla benedizione di esser sopra di te nei tuoi granai e in tutto ciò a cui metterai mano; e ti benedirà nel paese che l'Eterno, il tuo DIO, ti dà. L'Eterno ti stabilirà per essere per lui un popolo santo, come ti ha giurato, se osservi i comandamenti dell'Eterno, il tuo DIO, e se cammini nelle sue vie; così tutti i popoli della terra vedranno che su di te è invocato il nome dell'Eterno e ti temeranno. L'Eterno, il tuo DIO, ti colmerà di beni, nel frutto del tuo grembo, nel frutto del tuo bestiame e nel frutto del tuo suolo nel paese che l'Eterno giurò ai tuoi padri di darti. L'Eterno aprirà per te il suo buon tesoro, il cielo, per dare alla tua terra la pioggia a suo tempo e per benedire tutta l'opera delle tue mani; tu presterai a molte nazioni, ma non prenderai nulla in prestito. L'Eterno ti farà essere la testa e non la coda, e sarai sempre in alto e mai in basso, se ubbidisci ai comandamenti dell'Eterno, il tuo DIO, che oggi ti prescrivo perché li osservi e li metta in pratica. Così non devierai né a destra né a sinistra da alcuna delle parole che oggi vi comando, per seguire altri dèi, per servirli." Deuteronomio 28:1-14

GIUSEPPE TRATTENNE IL SUO SOGNO – GENESI 39-50

Giuseppe aveva 17 anni quando Dio gli dette un sogno dei suoi fratelli che si prostravano a lui. Fu 23 anni prima che il sogno si manifestò e anche se Giuseppe passò attraverso molte prove, Dio lo fece prosperare, gli dette favore, autorità, e lo benedì.

"Affinché non diventiate pigri, ma siate imitatori di coloro che mediante fede e pazienza ereditano le promesse." Ebrei 6:12

Voi potete lasciare andare il vostro sogno se mancate di conoscenza, dimenticate ciò che conoscete, o avete negligenza verso la conoscenza (Osea 4:6).

DOMANDE PER LA DISCUSSIONE.

Condividete un sogno che il Signore vi ha dato.

Avete mai perso un sogno, vi siete distratti o lo avete messo da parte a causa di resistenza e opposizione?

Com'è che state camminando giornalmente nella vostra eredità ed imparando a sognare ancora?

AGITE SULLA PAROLA.

Questa settimana esaminate la vostra vita e vedete se avete bisogno di sognare ancora e poi trattenete la vostra eredità attraverso fede e pazienza.

VERSETTO DA MEMORIZZARE:

"Lo Spirito stesso rende testimonianza al nostro spirito che noi siamo figli di Dio. E se siamo figli, siamo anche eredi, eredi di Dio e coeredi di Cristo, se pure soffriamo con lui per essere anche con lui glorificati." Romani 8:16-17

Ultima modifica ilVenerdì, 22 Febbraio 2013 20:45
Torna in alto

la sorgente di vita

Entra or Crea Account