Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia consapevole. Se desideri saperen di più clicca QUI

Ti trovi qui:lezioni gruppi»Liberi dalla condanna
A+ A A-

Liberi dalla condanna

Adamo ed Eva furono i primi esseri umani creati, tuttavia facendo degli errori. Satana ci alletta a commettere degli errori poi ci condanna a causa di questi. Egli è la forza dietro al peccato, la condanna e la vergogna. La condanna viene anche quando cerchiamo di mantenere la legge di Mosè, che non possiamo mai mantenere. Noi viviamo in condanna, quando sentiamo che non possiamo mai misurarci o guadagnare la grazia di Dio. Gesù, tuttavia, ha dato la Sua vita per liberarci dalla schiavitù di mantenere regole e leggi. Noi possiamo adesso godere e rallegrarci della grazia di Dio (il favore immediato) perché Gesù ci ha sempre liberati da una vita di condanna.

Non c'è dunque più nessuna condanna per quelli che sono in Cristo Gesù, perché la legge dello Spirito della vita in Cristo Gesù mi ha liberato dalla legge del peccato e della morte. Romani 8:1-2

Tutti noi abbiamo fatto degli errori, ma non dobbiamo preoccuparci perché quando ci pentiamo non andiamo sotto il giogo della condanna, poiché non c'è alcuna condanna per coloro che sono in Cristo.

Proprio come la legge di Mosè portava condanna sul popolo che viveva in quel tempo, le tradizioni religiose, ci portano condanna oggi.

Lo spirito di condanna può venire su di noi se costantemente ci paragoniamo agli altri.

Questo è specialmente vero per le madri. Loro non dovrebbero condannare loro stesse per gli errori fatti con i loro figli.

Ogni volta che facciamo un errore, possiamo andare audacemente davanti al Trono della grazia e ricevere il perdono di Dio.

Le persone sotto il vecchio patto venivano condannate a morte per aver infranto alcune leggi.

Per esempio, c'è una legge che dice che siamo maledetti se malediciamo o nostro padre o nostra madre.

Chi maledice suo padre e sua madre, avrà la lucerna spenta nelle tenebre più fitte. Proverbi 20:20

Dovremmo essere grati a Dio che non siamo più sotto il vecchio patto. Senno, molti di noi oggi non sarebbero qui.

La legge poi è intervenuta a moltiplicare la trasgressione; ma dove il peccato è abbondato, la grazia è sovrabbondata. Romani 5:20

Grazie a Dio che il peccato non è più un problema! Gesù ha pagato per i nostri peccati, noi siamo giustificati. Dio ha fatto ciò che la legge non poteva fare.

Riguardo al dono non avviene quello che è avvenuto nel caso dell'uno che ha peccato; perché dopo una sola trasgressione il giudizio è diventato condanna, mentre il dono diventa giustificazione dopo molte trasgressioni. Infatti, se per la trasgressione di uno solo la morte ha regnato a causa di quell'uno, tanto più quelli che ricevono l'abbondanza della grazia e del dono della giustizia regneranno nella vita per mezzo di quell'uno che è Gesù Cristo. Dunque, come con una sola trasgressione la condanna si è estesa a tutti gli uomini, così pure, con un solo atto di giustizia, la giustificazione che dà la vita si è estesa a tutti gli uomini. Infatti, come per la disubbidienza di un solo uomo i molti sono stati resi peccatori, così anche per l'ubbidienza di uno solo, i molti saranno costituiti giusti. La legge poi è intervenuta a moltiplicare la trasgressione; ma dove il peccato è abbondato, la grazia è sovrabbondata. Romani 5:16-20

Infatti, ciò che era impossibile alla legge, perché la carne la rendeva impotente, Dio lo ha fatto; mandando il proprio Figlio in carne simile a carne di peccato e, a motivo del peccato, ha condannato il peccato nella carne. Romani 8:3

 Noi siamo giustificati dopo che abbiamo ricevuto Gesù come nostro Signore e Salvatore.

Anche oggi, le persone con attitudini religiose fanno sentire le altre persone come se non sono buone abbastanza.

Non dobbiamo permettere alla condanna di governare le nostre vite. Gesù è morto affinché noi non vivessimo in condanna.

Satana è la sorgente di tutta la condanna. Se noi gli permettiamo di farci sentire condannati, egli sarà anche capace di fermarci dal ricevere tutto quello che Dio ha per noi.

Egli giocherà sulle nostre emozioni, ci farà sentire come se Dio ha smesso di amarci.

Comunque, anche quando ci sentiamo come se Dio non ci amasse, possiamo decidere di credere alla Parola nonostante i nostri sentimenti.

La Sua Parola è la nostra autorità finale, e la Sua Parola dice che Dio ci ama.

Noi possiamo portare la pressione fuori da noi stessi, sapendo che Dio ci ama così come Egli ama Gesù.

Se noi esaminiamo la vita delle persone che Dio usò nella Bibbia, possiamo vedere chiaramente che Egli usa persone imperfette

Domande per la discussione

  • Cosa portano le tradizioni religiose nella nostra vita?
  • Quand'è che lo spirito di condanna può venire su di noi?
  • Quando siamo stati giustificati?
  • Chi è la sorgente della condanna?

Agire sulla Parola

Questa settimana come figli di Dio consapevoli della loro identità in Cristo prendete posizione non permettendo alla condanna di governare nelle vostre vite e portare questo messaggio di libertà ad altre persone.

Versetto da memorizzare

Non c'è dunque più nessuna condanna per quelli che sono in Cristo Gesù, perché la legge dello Spirito della vita in Cristo Gesù mi ha liberato dalla legge del peccato e della morte. Romani 8:1-2

Ultima modifica ilDomenica, 11 Agosto 2013 18:55
Torna in alto

la sorgente di vita

Entra or Crea Account