Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia consapevole. Se desideri saperen di più clicca QUI

Ti trovi qui:lezioni gruppi»il nuovo patto
A+ A A-

il nuovo patto

Molti Cristiani sono focalizzati più sui Dieci Comandamenti (Sotto il Patto Mosaico) che sul Nuovo Patto. Comunque, dal momento che Gesú sacrificò la Sua vita, noi non dobbiamo più vivere sotto il Patto Mosaico, cioè sotto la Legge. Noi abbiamo un patto migliore con promesse migliori. Con il Nuovo Patto, Dio ha dimostrato la Sua grazia e Sua misericordia verso di noi dal perdonarci dai nostri peccati. Noi non siamo capaci di mantenere tutta la legge, perciò, tutti noi abbiamo bisogno di un salvatore, Gesú Cristo, il nostro Signore e Salvatore.

La Grazia Di Cristo è Soltanto il Genuino Vangelo

“Paolo, apostolo non da parte di uomini né per mezzo di un uomo, ma per mezzo di Gesù Cristo e di Dio Padre che lo ha risuscitato dai morti, e tutti i fratelli che sono con me, alle chiese della Galazia; grazia a voi e pace da Dio nostro Padre e dal Signore Gesù Cristo, che ha dato se stesso per i nostri peccati, per sottrarci al presente secolo malvagio, secondo la volontà del nostro Dio e Padre, al quale sia la gloria nei secoli dei secoli. Amen. Mi meraviglio che così presto voi passiate, da colui che vi ha chiamati mediante la grazia di Cristo, a un altro vangelo. Ché poi non c'è un altro vangelo; però ci sono alcuni che vi turbano e vogliono sovvertire il vangelo di Cristo.Ma anche se noi o un angelo dal cielo vi annunciasse un vangelo diverso da quello che vi abbiamo annunciato, sia anatema. Come abbiamo già detto, lo ripeto di nuovo anche adesso: se qualcuno vi annuncia un vangelo diverso da quello che avete ricevuto, sia anatema. Vado forse cercando il favore degli uomini, o quello di Dio? Oppure cerco di piacere agli uomini? Se cercassi ancora di piacere agli uomini, non sarei servo di Cristo. Vi dichiaro, fratelli, che il vangelo da me annunciato non è opera d'uomo; perché io stesso non l'ho ricevuto né l'ho imparato da un uomo, ma l'ho ricevuto per rivelazione di Gesù Cristo.”  Galati 1:1-12

Paolo disse che egli predicava un Vangelo che non era un Vangelo di uomo, ma una rivelazione diretta data da Gesú Cristo.

Noi viviamo sotto la dispensazione della grazia, non la dispensazione della legge.

“Così la legge è stata come un precettore per condurci a Cristo, affinché noi fossimo giustificati per fede. Ma ora che la fede è venuta, non siamo più sotto precettore.” Galati 3:24-25

La legge è originata dai Dieci Comandamenti che sono sotto il Patto Mosaico.

Un Patto è un Accordo tra due o piú Parti Ppr Svolgere i Termini Concordati

Noi troviamo un accordo tra Dio e l'uomo nel Giardino del'Eden. Dio generosamente dette ad Adamo ed Eva la libertà di mangiare da ogni albero eccetto dall'albero della conoscenza del bene e del male.

"Dio il Signore ordinò all'uomo:«Mangia pure da ogni albero del giardino, ma dell'albero della conoscenza del bene e del male non ne mangiare; perché nel giorno che tu ne mangerai, certamente morirai»." Genesi 2:16-17

Satana usò quell'unica legge per rendere Adamo ed Eva coscienti del loro peccato.

Dove non c'è legge o conoscenza di trasgressioni, non coscienza di peccato.

Dio vuole che noi lo conosciamo liberamente, e non che veniamo a Lui con una coscienza di peccato (la coscienza del bene e del male).

Con il patto mosaico, DIO dette i comandaenti e disse al suo popolo di mantenerli. Comunque essi non potevano farlo.

"Allora Dio pronunciò tutte queste parole: «Io sono il Signore, il tuo Dio, che ti ho fatto uscire dal paese d'Egitto, dalla casa di schiavitù. Non avere altri dei oltre a me. Non farti scultura, né immagine alcuna delle cose che sono lassù nel cielo o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra. Non ti prostrare davanti a loro e non li servire, perché io, il Signore, il tuo Dio, sono un Dio geloso; punisco l'iniquità dei padri sui figli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano, e uso bontà, fino alla millesima generazione, verso quelli che mi amano e osservano i miei comandamenti. Non pronunciare il nome del Signore, Dio tuo, invano; perché il Signore non riterrà innocente chi pronuncia il suo nome invano. Ricordati del giorno del riposo per santificarlo. Lavora sei giorni e fa' tutto il tuo lavoro, ma il settimo è giorno di riposo, consacrato al Signore Dio tuo; non fare in esso nessun lavoro ordinario, né tu, né tuo figlio, né tua figlia, né il tuo servo, né la tua serva, né il tuo bestiame, né lo straniero che abita nella tua città; poiché in sei giorni il Signore fece i cieli, la terra, il mare e tutto ciò che è in essi, e si riposò il settimo giorno; perciò il Sinore ha benedetto il giorno del riposo e lo ha santificato. Onora tuo padre e tua madre, affinché i tuoi giorni siano prolungati sulla terra che il Signore, il tuo Dio, ti dà. Non uccidere. Non commettere adulterio. Non rubare. Non attestare il falso contro il tuo prossimo. Non concupire la casa del tuo prossimo; non desiderare la moglie del tuo prossimo, né il suo servo, né la sua serva, né il suo bue, né il suo asino, né cosa alcuna del tuo prossimo». Or tutto il popolo udiva i tuoni, il suono della tromba e vedeva i lampi e il monte fumante. A tal vista, tremava e stava lontano. E disse a Mosè: «Parla tu con noi e noi ti ascolteremo; ma non ci parli Dio, altrimenti moriremo». Mosè disse al popolo: «Non temete, Dio è venuto per mettervi alla prova, perché ci sia in voi timore di Dio, e così non pecchiate». Il popolo dunque se ne stava lontano, ma Mosè si avvicinò alla nuvola dov'era Dio. Il Signore disse a Mosè: «Parlerai così ai figli d'Israele: "Voi stessi avete visto che io vi ho parlato dai cieli. Non fatevi altri dèi accanto a me; non vi fate dei d'argento, né dei d'oro. Fammi un altare di terra; e su questo offri i tuoi olocausti, i tuoi sacrifici di ringraziamento, le tue pecore e i tuoi buoi; in qualunque luogo, nel quale farò ricordare il mio nome, io verrò da te e ti benedirò." Esodo 20:1-24

Dio aveva previsto la loro incapacità di mantenere la legge. Egli dette loro l'opportunità di fare sacrifici di animali per coprire i loro peccati, ed Egli promise di benedirli a causa dei loro sacrifici.

La legge era buona, gloriosa, santa e giusta. L'unico difetto con la legge era l'inabilità dell'uomo di mantenerla.

"Or se il ministero della morte, scolpito in lettere su pietre, fu glorioso, al punto che i figli d'Israele non potevano fissare lo sguardo sul volto di Mosè a motivo della gloria, che pur svaniva, del volto di lui, quanto più sarà glorioso il ministero dello Spirito? Se, infatti, il ministero della condanna fu glorioso, molto più abbonda in gloria il ministero della giustizia." 2Corinzi 3:7-9

Sotto il nuovo patto, la nostra parte è conoscere e credere a dio, e credere che egli è misericordioso e grazioso verso di noi.

"Ora però egli ha ottenuto un ministero tanto superiore quanto migliore è il patto fondato su migliori promesse, del quale egli è mediatore. Perché se quel primo patto fosse stato senza difetto, non vi sarebbe stato bisogno di sostituirlo con un secondo. Infatti Dio, biasimando il popolo, dice: «Ecco, i giorni vengono», dice il Signore, «che io concluderò con la casa d'Israele e con la casa di Giuda,un patto nuovo; non come il patto che feci con i loro padri nel giorno in cui li presi per mano per farli uscire dal paese d'Egitto; perché essi non hanno perseverato nel mio patto, e io, a mia volta, non mi sono curato di loro», dice il Signore. Questo è il patto che farò con la casa d'Israele dopo quei giorni», dice il Signore:«io metterò le mie leggi nelle loro menti, le scriverò sui loro cuori; e sarò il loro Dio, ed essi saranno il mio popolo. Nessuno istruirà più il proprio concittadino e nessuno il proprio fratello, dicendo: "Conosci il Signore! "Perché tutti mi conosceranno, dal più piccolo al più grande di loro. Perché avrò misericordia delle loro iniquità e non mi ricorderò più dei loro peccati». Dicendo «un nuovo patto», egli ha dichiarato antico il primo. Ora, quel che diventa antico e invecchia è prossimo a scomparire." Ebrei 8:6-13

"per mezzo del quale abbiamo ricevuto grazia e apostolato perché si ottenga l'ubbidienza della fede fra tutti gli stranieri, per il suo nome - 6 fra i quali siete anche voi, chiamati da Gesù Cristo - a quanti sono in Roma, amati da Dio, chiamati santi, grazia a voi e pace da Dio nostro Padre, e dal Signore Gesù Cristo. Prima di tutto rendo grazie al mio Dio per mezzo di Gesù Cristo riguardo a tutti voi, perché la vostra fede è divulgata in tutto il mondo. Dio, che servo nel mio spirito annunciando il vangelo del Figlio suo, mi è testimone che faccio continuamente menzione di voi chiedendo sempre nelle mie preghiere che in qualche modo finalmente, per volontà di Dio, io riesca a venire da voi. Infatti desidero vivamente vedervi per comunicarvi qualche dono, affinché siate fortificati; o meglio, perché quando sarò tra di voi ci confortiamo a vicenda mediante la fede che abbiamo in comune, voi e io." Romani 1:5-12

Noi camminiamo rettamente quando crediamo che Dio ha perdonato i nostri peccati.

"Ma quando Cefa venne ad Antiochia, gli resistei in faccia perché era da condannare. Infatti, prima che fossero venuti alcuni da parte di Giacomo, egli mangiava con persone non giudaiche; ma quando quelli furono arrivati, cominciò a ritirarsi e a separarsi per timore dei circoncisi." Galati 2:11-12

Molti Cristiani credono, erroneamente, che il Nuovo Patto ci da libertà di peccare.

Comunque, con il Nuovo Patto, Dio scrive le Sue leggi nei nostri cuori. In altre parole, noi non vogliamo peccare quando abbiamo una relazione personale faccia a faccia con Dio.

Il Nuovo Patto ha ristorato la nostra relazione con Dio.

Domande per la discussione

vi sentite liberi di entrare nella presenza di Dio?
Stai vivendo il fatto che venuta la fede non sei più sotto un precettore?
In base a ciò che hai studiato in questo insegnamento, quando è che puoi camminare rettamente?

Agite sulla parola

Questa settimana, dichiarate e praticate la Parola di Dio sul fatto che siccome Dio ha scritto le Sue leggi nei nostri cuori, voi non volete camminare nel peccato, nel compromesso e facendo le opere della carne,ma siccome avete una relazione con Dio faccia a faccia, e visto che state crescendo nel vostro carattere spirituale, voi decidete di camminare per lo Spirito al fine di piacergli.

Versetto da memorizzare

"Così la legge è stata come un precettore per condurci a Cristo, affinché noi fossimo giustificati per fede. Ma ora che la fede è venuta, non siamo più sotto precettore." Galati 3:24-25

Ultima modifica ilVenerdì, 22 Febbraio 2013 20:15
Torna in alto

la sorgente di vita

Entra or Crea Account