Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia consapevole. Se desideri saperen di più clicca QUI

Ti trovi qui:lezioni gruppi»essere accettati da Dio
A+ A A-

essere accettati da Dio

Alcune volte siamo rigettati dalle persone. Anche coloro che sono più vicine a noi. Quando sentiamo che non siamo accettati, diventiamo frustrati. Il rigetto può lasciarci frustrati sulla vita stessa. Comunque, Dio vuole che noi sappiamo che il nostro Signore e Salvatore, Gesù Cristo, ha reso possibile per noi di ricevere un amore e un'accettazione eterna. Conoscere che noi siamo accettati da Dio ci da una confidenza rinnovata e una sicurezza.

Noi siamo stati scelti da Lui prima della fondazione del mondo

"Grazia a voi e pace da Dio, nostro Padre, e dal Signore Gesù Cristo. Benedetto sia il Dio e Padre del nostro Signore Gesù Cristo, che ci ha benedetti di ogni benedizione spirituale nei luoghi celesti in Cristo. In lui ci ha eletti prima della creazione del mondo perché fossimo santi e irreprensibili dinanzi a lui, avendoci predestinati nel suo amore a essere adottati per mezzo di Gesù Cristo come suoi figli, secondo il disegno benevolo della sua volontà, a lode della gloria della sua grazia, che ci ha concessa nel suo amato Figlio." Efesini 1:2-6

Senza Gesù, noi non possiamo approcciare a Dio. Egli ha reso possibile per noi di andare direttamente a Lui e ricevere risposta alle nostre preghiere.

Benché Dio ama tutti, non tutti riceveranno la Sua accettazione perché essa viene attraverso il ricevere Gesù come nostro Signore.

"«Lo Spirito del Signore è sopra di me, perciò mi ha unto per evangelizzare i poveri; mi ha mandato per annunciare la liberazione ai prigionieri e il ricupero della vista ai ciechi; per rimettere in libertà gli oppressi, per proclamare l'anno accettevole del Signore»." Luca 4:18-19

Gesù legge questo passaggio dal libro di Isaia. Egli stava dicendo alle persone che il giorno della salvezza era venuto.

"Si recò a Nazaret, dov'era stato allevato e, com'era solito, entrò in giorno di sabato nella sinagoga. Alzatosi per leggere, gli fu dato il libro del profeta Isaia. Aperto il libro, trovò quel passo dov'era scritto: «Lo Spirito del Signore è sopra di me, perciò mi ha unto per evangelizzare i poveri; mi ha mandato per annunciare la liberazione ai prigionieri e il ricupero della vista ai ciechi; per rimettere in libertà gli oppressi, per proclamare l'anno accettevole del Signore»." Luca 4:16-19

Con quella salvezza sarebbero venute la guarigione e la liberazione di ogni tipo. Gesù stava dichiarando il Suo scopo.

Gesù stava rendendo chiaro che le persone potevano venire direttamente a Lui con le loro malattie e i loro problemi.

Le persone sotto l'antico patto dovevano avere un sacerdote per andare a Dio per loro conto, e il sacerdote doveva soddisfare le richieste di Dio per purezza e santità.

Comunque, oggi noi siamo sotto una nuova dispensazione; noi abbiamo la grazia e il favore di Dio.

"Così parla il Signore: «Nel tempo della grazia io ti esaudirò, nel giorno della salvezza ti aiuterò; ti preserverò e farò di te l'alleanza del popolo, per rialzare il paese, per rimetterli in possesso delle eredità devastate." Isaia 49:8

Adesso è il tempo in cui Egli ci ha resi accettati nel Suo Amato. Noi siamo parte di un nuovo patto, e possiamo avere una relazione personale con Lui.

"Poiché egli dice: «Ti ho esaudito nel tempo favorevole, e ti ho soccorso nel giorno della salvezza»." 2Corinzi 6:2

"Secondo il disegno eterno che egli ha attuato mediante il nostro Signore, Cristo Gesù; nel quale abbiamo la libertà di accostarci a Dio, con piena fiducia, mediante la fede in lui." Efesini 3:11-12

I credenti dell'antico patto non hanno questa franchezza, audacia e libertà di approcciare Dio.

Noi abbiamo accesso a questa grazia per fede. È solo attraverso Gesù (attraverso la Sua Parola) che abbiamo accesso al Padre.

"Mediante il quale abbiamo anche avuto, per la fede, l'accesso a questa grazia nella quale stiamo fermi; e ci gloriamo nella speranza della gloria di Dio." Romani 5:2

"E per riconciliarli tutti e due con Dio in un corpo unico mediante la sua croce, sulla quale fece morire la loro inimicizia. Con la sua venuta ha annunciato la pace a voi che eravate lontani e la pace a quelli che erano vicini; perché per mezzo di lui gli uni e gli altri abbiamo accesso al Padre in un medesimo Spirito." Efesini 2:16-18

Satana vuole ricordarci di tutte le cose che abbiamo fatte sbagliate cosicché dubiteremo di noi stessi quando andiamo a Dio.

L'accettazione di Dio non è basata su ciò che facciamo. Comunque, quando pecchiamo falliamo il bersaglio, perdiamo confidenza.

Meno pratichiamo il peccato, e più confidenti siamo quando invochiamo Dio.

Per questo, noi dovremmo piacere a Lui.

Domande per la discussione

  • Benché Dio ama tutti, non tutti riceveranno la Sua accettazione?

  • Cosa fa il rigetto nella nostra vita?

  • Il sapere di essere accettati da Dio cosa ci da?

  • Insieme alla salvezza cosa è venuto per noi?

  • Per andare a Dio le persone dell'antico patto cosa dovevano avere?

  • Oggi sotto la nuova dispensazione cosa abbiamo?

  • Come popolo del nuovo patto possiamo avere una relazione personale con il Signore?

  • Attraverso cosa abbiamo accesso alla Sua grazia?

  • Cosa perdiamo quando pecchiamo?

Agire sulla Parola

In accordo allo studio di questa settimana come credenti del nuovo patto approcciamo Dio e il trono della grazia con franchezza, audacia e libertà senza alcun senso di colpa o di condanna perché noi abbiamo accesso al Padre per ricevere risposta da Lui per fede attraverso Gesù Cristo e attraverso la Sua Parola. Non permettete al diavolo di farvi sentire indegni o di farvi ricordare le cose sbagliate che avete fatto nel passato per farvi dubitare di voi stessi. Scacciate via dalla vostra mente ogni bugia demoniaca nel nome di Gesù. Ricordatevi che voi siete accettati da Lui nel Suo Amato.

Versetto da memorizzare:

"Grazia a voi e pace da Dio, nostro Padre, e dal Signore Gesù Cristo. Benedetto sia il Dio e Padre del nostro Signore Gesù Cristo, che ci ha benedetti di ogni benedizione spirituale nei luoghi celesti in Cristo. In lui ci ha eletti prima della creazione del mondo perché fossimo santi e irreprensibili dinanzi a lui, avendoci predestinati nel suo amore a essere adottati per mezzo di Gesù Cristo come suoi figli, secondo il disegno benevolo della sua volontà, a lode della gloria della sua grazia, che ci ha concessa nel suo amato Figlio." Efesini 1:2-6

Ultima modifica ilMartedì, 26 Febbraio 2013 15:51
Torna in alto

la sorgente di vita

Entra or Crea Account