Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia consapevole. Se desideri saperen di più clicca QUI

Ti trovi qui:la dottrina del fondamento»il battesimo nello spirito santo
A+ A A-

il battesimo nello spirito santo

Il battesimo in acqua è la richiesta di una buona coscienza, nonché la rinuncia alle vecchie abitudini e l'intenzione di voler camminare, in novità di vita sotto la guida e l'autorità della Parola di Dio. Esso è anche la conferma che sono stati perdonati i peccati se preceduto dalla fede. La sua azione non è solo interiore, ma anche esteriore, in quanto diventa una testimonianza pubblica, e serve a prendere un impegno pubblico al discepolato.

Le promesse nell'Antico Testamento

Già nell'antica Alleanza Dio aveva parlato per mezzo dei profeti al suo popolo di un fatto eccezionale: che lo avrebbe visitato e battezzato col Suo Spirito Santo.

L'ultima grande pioggia dello Spirito, prima del giorno dell'Etern:

"Dopo questo avverrà che io spanderò il mio Spirito sopra ogni carne, i vostri figli e le vostre figlie profetizzeranno, i vostri vecchi faranno sogni, i vostri giovani avranno visioni". Gioele2:28

Sarà infatti mediante labbra balbuzienti e mediante un'altra lingua che l'Eterno parlerà a questo popolo. Egli aveva loro detto: "Ecco il riposo: fate riposare lo stanco; questo è il refrigerio!». Ma essi non vollero ascoltare". Isaia 28:11-12

(Lingua barbara) I gentili erano considerati barbari daI giudei.

Il profeta Isaia quando pone l'accento che Dio avrebbe parlato in lingua barbara al Suo popolo si riferisce al Battesimo dello Spirito Santo col segno esteriore delle nuove lingue. "Lingua barbara o lingue straniere".

La parola greca glossai significa semplicemente "lingue". Ora siccome è stato Dio stesso ha dare agli uomini tutti i vari linguaggi che conosciamo (Genesi 11:7,9), è ovvio che è anche in grado di parlarle per il tramite di altri uomini battezzati e ripieni con lo Spirito Santo.

Orsù, scendiamo laggiù e confondiamo la loro lingua, affinché l'uno non comprenda più il parlare dell'altro». Così l'Eterno li disperse di là sulla faccia di tutta la terra, ed essi cessarono di costruire la città. Perciò a questa fu dato il nome di Babele, perché l'Eterno colà confuse la lingua di tutta la terra, e di là l'Eterno li disperse sulla faccia di tutta la terra. Genesi 11:7-9

La diversità, che sta però nelle varie lingue dopo la torre di Babele e le lingue nel giorno della Pentecoste è sostanziale: le prime avevano uno scopo distruttivo, mentre le seconde uno scopo costruttivo, cioè di edificazione.

"E avverrà negli ultimi giorni, dice Dio, che spanderò del mio Spirito sopra ogni carne; e i vostri figli e le vostre figlie profetizzeranno, i vostri giovani avranno delle visioni e i vostri vecchi sogneranno dei sogni". Atti 2:17

Sta scritto nella legge:

"Io parlerò a questo popolo in lingue straniere e con labbra straniere, ma neppure così mi ascolteranno". 1Corinzi 14:21

Pertanto le lingue sono un segno non per i credenti, ma per i non credenti, mentre la profezia non è per i non credenti, ma per i credenti. [Le promesse nel Nuovo Testamento]

Le promesse nel Nuovo Testamento

Anche Giovanni il Battista parlò della necessità di un particolare tipo di battesimo che sarebbe avvenuto a medio termine. E Gesù ne fa la promessa.

"Io vi battezzo in acqua, per il ravvedimento; ma colui che viene dopo di me è più forte di me e io non sono degno neanche di portare i suoi sandali, egli vi battezzerà con lo Spirito Santo, e col fuoco". Matteo 3:11

E, ritrovandosi assieme a loro, comandò loro che non si allontanassero da Gerusalemme, ma che aspettassero la promessa del Padre: "Che, egli disse, voi avete udito da me. Perché Giovanni battezzò con acqua, ma voi sarete battezzati con lo Spirito Santo, fra non molti giorni". Atti 1:4-5

"Chi crede in me, come ha detto la Scrittura, da dentro di lui sgorgheranno fiumi d'acqua viva. Or egli disse questo dello Spirito, che avrebbero ricevuto coloro che avrebbero creduto in lui; lo Spirito Santo infatti non era ancora stato dato, perché Gesù non era stato ancora glorificato". Giovanni 7:38-39

L'adempimento Atti 2:1-13

Atti 2:1-13 "Come giunse il giorno della Pentecoste, essi erano tutti riuniti con una sola mente nello stesso luogo. E all'improvviso venne dal cielo un suono come di vento impetuoso che soffia, e riempì tutta la casa dove essi sedevano. E apparvero loro delle lingue come di fuoco che si dividevano, e andarono a posarsi su ciascuno di loro. Così furono tutti ripieni di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue, secondo che lo Spirito dava loro di esprimersi. Or a Gerusalemme dimoravano dei Giudei, uomini pii, da ogni nazione sotto il cielo. Quando si fece quel suono, la folla si radunò e fu confusa, perché ciascuno di loro li udiva parlare nella sua propria lingua. E tutti stupivano e si meravigliavano, e si dicevano l'un l'altro: «Ecco, non sono Galilei tutti questi che parlano? Come mai ciascuno di noi li ode parlare nella propria lingua natìa? Noi Parti, Medi, Elamiti e abitanti della Mesopotamia, della Giudea e della Cappadocia, del Ponto e dell'Asia, della Frigia e della Panfilia, dell'Egitto e delle parti della Libia che è di fronte a Cirene e noi residenti di passaggio da Roma, Giudei e proseliti, Cretesi ed Arabi, li udiamo parlare delle grandi cose di Dio nelle nostre lingue!». E tutti stupivano ed erano perplessi, e si dicevano l'un l'altro: «Che vuol dire questo?». Altri invece li schernivano e dicevano: sono ripieni di vin dolce".

Condizione per ricevere lo Spirito Santo.

Bisogna avere personalmente creduto in Gesù e averlo ricevuto nel proprio cuore come Signore e Salvatore, e ne consegue anche che bisogna essere in comunione con Dio.

"Trovati la alcuni discepoli disse loro: «Avete ricevuto lo Spirito Santo, quando avete creduto?». Quelli gli risposero: «Non abbiamo neppure udito che vi sia uno Spirito Santo». (Vers.6) E, quando Paolo impose loro le mani, lo Spirito Santo scese su di loro e parlavano in altre lingue e profetizzavano". Atti 19:2-6

Paolo stava interrogando I fratelli, molti confondono la Persona dello Spirito Santo, con l'opera dello Spirito Santo.

Opera dello Spirito Santo

Alla momento della salvezza lo spirito umano viene rigenerato.

"Vi darò un cuore nuovo e metterò dentro di voi uno spirito nuovo; toglierò dalla vostra carne il cuore di pietra e vi darò un cuore di carne". Ezechiele 36:26

La persona dello Spirito Santo

Dopo che si viene salvati si riceve la Persona dello Spirito Santo. (Battesimo nello Spirito Santo)

«Avete ricevuto lo Spirito Santo, quando avete creduto?». Quelli gli risposero: «Non abbiamo neppure udito che vi sia uno Spirito Santo». E disse loro: «Con quale battesimo dunque siete stati battezzati?». Essi risposero: «Col battesimo di Giovanni». Allora Paolo disse: «Giovanni battezzò con il battesimo di ravvedimento dicendo al popolo che dovevano credere in colui che veniva dopo di lui, cioè in Cristo Gesù». Udito questo, furono battezzati nel nome del Signore Gesù. E, quando Paolo impose loro le mani, lo Spirito Santo scese su di loro e parlavano in altre lingue e profetizzavano. Atti 19:2

Per ricevere lo Spirito Santo bisogna essere salvato, ma lo Spirito Santo non si riceve all'atto della salvezza.

Importanza storica del segno delle lingue

Tramite il segno delle lingue, Dio ha fatto accettare i gentili dalla Chiesa.

"E tutti i credenti circoncisi, che erano venuti con Pietro, rimasero meravigliati che il dono dello Spirito Santo fosse stato sparso anche sui gentili, 46 perché li udivano parlare in altre lingue". Atti 10:45-46

Or gli apostoli e i fratelli che erano in Giudea vennero a sapere che anche i gentili avevano ricevuto la parola di Dio. 2 E, quando Pietro salì a Gerusalemme, quelli che erano circoncisi contendevano con lui 3 dicendo: «Tu sei entrato in casa di uomini incirconcisi e hai mangiato con loro!». 4 Ma Pietro cominciando dall'inizio, spiegò loro per ordine come si erano svolti i fatti dicendo: 5 «Io stavo pregando nella città di Ioppe, quando fui rapito in estasi ed ebbi una visione: un oggetto, simile a un gran lenzuolo tenuto per i quattro capi, scendeva come se fosse calato giù dal cielo e giunse fino a me. Guardandovi attentamente dentro scorsi e vidi quadrupedi, fiere, rettili della terra e uccelli del cielo. E udii una voce che mi diceva: "Pietro, alzati, ammazza e mangia". Ma io dissi: "Niente affatto, Signore, poiché non mi è mai entrato in bocca nulla di impuro o di contaminato". Ma la voce mi rispose per la seconda volta dal cielo: "Le cose che Dio ha purificato, non farle tu impure. E ciò accadde per tre volte, poi ogni cosa fu di nuovo ritirata in cielo. In quello stesso momento tre uomini, mandati a me da Cesarea, si presentarono alla casa dove mi trovavo. E lo Spirito mi disse di andare con loro, senza avere alcuna esitazione. Or con me vennero anche questi sei fratelli, e così entrammo nella casa di quell'uomo. Egli ci raccontò come aveva visto presentarsi un angelo in casa sua e dirgli: "Manda degli uomini a Ioppe e fa' chiamare Simone, soprannominato Pietro. Egli ti dirà parole, per mezzo delle quali sarai salvato tu e tutta la tua casa". Avevo appena cominciato a parlare quando lo Spirito Santo discese su di loro, come era sceso al principio su di noi. Mi ricordai allora della parola del Signore che diceva: "Giovanni ha battezzato con acqua, ma voi sarete battezzati con lo Spirito Santo". Se dunque Dio ha dato loro lo stesso dono che abbiamo ricevuto noi, che abbiamo creduto nel Signore Gesù Cristo, chi ero io da potermi opporre a Dio?». Udite queste cose, essi si calmarono e glorificavano Dio, dicendo: «Dio dunque ha concesso il ravvedimento anche ai gentili per ottenere la vita!». Atti 11:1-18

Perché lo Spirito Santo doveva essere sparso l giorno della Pentecoste –Settimane? (Festa dello Spirito).

Questa festa era la II delle tre feste più solenni in Israele, (pasqua, settimane, capanne) pentecoste si chiamava anche festa della mietitura o giorno delle primizie.

Festa delle settimane perché la sua data era fissata a due settimane dopo l'offerta della mannella delle primizie dell'orzo, simbolo della consacrazione della messe (Levitico 23:15-16; Deuteronomio 16:9-10) La pentecoste era la prima delle feste del raccolto o mietitura.

La mannella veniva agitata all'indomani di un sabato (Levitico 23:11) Offerta agitata = simbolo di Cristo che offre se stesso a Dio.

Notiamo che la pasqua era una festa che doveva ricordare a Israele che erano stati schiavi in Egitto e che Dio li aveva liberati, questo fatto storico ha a che fare con la nostra relazione con Cristo e la liberazione che abbiamo ottenuto per il tramite della sua morte sulla croce, infatti leggiamo;

"Togliete via dunque il vecchio lievito affinché siate una nuova pasta, come ben siete senza lievito, la nostra pasqua infatti, cioè Cristo, è stata immolata per noi". 1Corinzi 5:7

Quanto bisogna aspettare per ricevere lo Spirito Santo?

A parte il giorno della pentecoste in cui i discepoli erano li da molti giorni e aspettavano il compimento delle parole dette da Gesù il cui battesimo per le cose che avvennero fu un fatto straordinario, con dei fenomeni straordinari: Dal cielo venne un suono come di un vento impetuoso, apparvero delle lingue di fuocoè  se ne posarono una su ciascuno degli apostoli.

Il battesimo dello Spirito Santo si deve riceverlo subito! L'evidenza esteriore di quando lo si riceve è il segno delle lingue, il segno Interiore che tu credi.

Che cosa è il battesimo dello Spirito Santo?

E' una promessa. La promessa è la parola che lega una profezia al suo compimento. E questo si riferisce a un evento che si aspetti che accada (Isaia 28:11-12 e Gioele 2:28-29).

E' un dono. Greco dorodea, da didoni = donare; doron = offerta

"Allora Pietro disse loro: «Ravvedetevi e ciascuno di voi sia battezzato nel nome di Gesù Cristo per il perdono dei peccati, e voi riceverete il dono dello Spirito Santo." Atti 2:38

"Ma Pietro gli disse: «Vada il tuo denaro in perdizione con te, perché tu hai pensato di poter acquistare il dono di Dio col denaro". Atti 8:20

"E tutti i credenti circoncisi, che erano venuti con Pietro, rimasero meravigliati che il dono dello Spirito Santo fosse stato sparso anche sui gentili". Atti 10:45

"Se dunque Dio ha dato loro lo stesso dono che abbiamo ricevuto noi, che abbiamo creduto nel Signore Gesù Cristo, chi ero io da potermi opporre a Dio?" Atti 11:17

Un pegno. In greco la parola è arrabon e tradotta significa : pegno, primizie, caparra, garanzia.

E' un rinnovamento.

E' un sigillo. Ebraico hotam, da hatam - Sigillo, timbro, in forma di anello inciso o di un piccolo cilindro. Greco sfragis = Sigillo, Timbro (2 Timoteo 2:19; Apocalisse 9:4) che serve a chiudere una lettera, un documento, come il libro del progetto di Dio.

Perché è importante parlare in altre lingue

Per la propria edificazione.

"Che conviene dunque fare, fratelli? Quando vi riunite, avendo ciascuno di voi, chi un salmo, chi un insegnamento, chi parole in altra lingua, chi una rivelazione, chi un'interpretazione, si faccia ogni cosa per l'edificazione". 1 Corinzi 14:26

Quando si parla in lingue la mente rimane infruttuosa e cosi vengono messi a tacere i pensieri che ci disturbano.

"...perché, se io prego in altra lingua, il mio spirito ben prega, ma la mia mente rimane infruttuosa ". 1 Corinzi 14:14

Proferiamo misteri a Dio

"...perché chi parla in altra lingua non parla agli uomini, ma a Dio; poiché nessuno lo comprende, ma egli in spirito proferisce misteri". 1 Corinzi 14:2

L'uso devozionale delle lingue ci aiuta a pregare come si conviene.

"Nello stesso modo anche lo Spirito sovviene alle nostre debolezze, perché non sappiamo ciò che dobbiamo chiedere in preghiera, come si conviene, ma lo Spirito stesso intercede per noi con sospiri ineffabili ." Romani 8:26

Parlare in lingue aiuta noi a far crescere la nostra fede.

"Ma voi, carissimi, edificando voi stessi sulla vostra santissima fede, pregando nello Spirito Santo, 21 conservatevi nell'amore di Dio, aspettando la misericordia del Signore nostro Gesù Cristo, in vista della vita eterna. 22 E abbiate compassione degli uni usando discernimento. Giuda 20-22

E' il miglior modo per ringraziare Dio nella nostra cameretta.

"Infatti tu puoi anche rendere un bel ringraziamento, ma l'altro non è edificato". 1 Corinzi 14:17

Per avere la pienezza dello Spirito Santo.

"Così furono tutti ripieni di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue, secondo che lo Spirito dava loro di esprimersi". Atti 2:4

E' un segno per i non credenti se le lingue sono intelligibili (Comprensibili).

"Sta scritto nella legge: «Io parlerò a questo popolo in lingue straniere e con labbra straniere, ma neppure così mi ascolteranno», dice il Signore. Pertanto le lingue sono un segno non per i credenti, ma per i non credenti mentre la profezia non è per i non credenti, ma per i credenti. Se dunque, quando tutta la chiesa è riunita insieme, tutti parlano in lingue ed entrano dei profani o dei non credenti, non diranno che voi siete fuori di senno? Ma se tutti profetizzano ed entra un non credente, egli è convinto da tutti, è giudicato da tutti. In questo modo i segreti del suo cuore vengono palesati e così, gettandosi con la faccia a terra, adorerà Dio, dichiarando che Dio è veramente fra voi". 1 Corinzi 14:21-25

Riepilogo

Le promesse nel A. T. (Gioele 2:28; Isaia 28:11-12)
Le promesse nel N. T. (Matteo 3:11; Giovanni 7:38:39; Atti 1:4-5)
Il loro adempimento – (Atti 2:1-13)
Condizione per ricevere lo S.S : bisogna avere creduto in Gesù - (Atti 19:2-6)
Distinzione tra l'opera dello S.S, e la persona dello S.S.
Tramite il segno delle lingue Dio ha fatto accettare i gentili dalla Chiesa – (Atti 10:45-46; Atti 11:1-18)
Pentecoste era detta anche festa delle settimane, che significa "festa dello Spirito – (Levitico 23:11-16)
Che cosa è il battesimo dello S.S.
Perché è importante parlare in altre lingue

Ultima modifica ilMartedì, 18 Settembre 2012 14:53
Altro in questa categoria: « Nato di nuovo il battesimo in acqua »
Torna in alto

la sorgente di vita

Entra or Crea Account